Dimensione del testo:  A   A+ A++

Partner

Collaborazione

L’ideazione, l’elaborazione e la realizzazione della mostra, nonchè l’organizzazione e la gestione del progetto, sono frutto della collaborazione di cinque organizzazioni in Germania e tre in Polonia, Italia e Paesi Bassi. Il progetto comprende attività di ricerca, interviste (registrazione, ripresa, trascrizione, traduzione), presentazioni multimediali, realizzazione di una mostra itinerante e relative attività di PR, un catalogo e un sito internet.

La partecipazione di organizzazioni al di fuori della Germania ha conferito alla mostra una caratteristica impronta transnazionale. Esse hanno svolto un ruolo decisivo nell’ideazione della mostra, rappresentando i rispettivi paesi e anche gli interessi di alcuni degli uomini e delle donne vittime del lavoro forzato in Germania. Hanno inoltre apportato un contributo importante al dialogo critico all’interno della mostra, rappresentando il punto di vista dei paesi europei rispetto al “paese dei carnefici”.

Cinque delle organizzazioni in Germania, Polonia, Italia e Paesi Bassi, che tra ottobre 2008 e novembre 2009 hanno svolto in cooperazione le ricerche scientifiche necessarie, nonchè concepito e organizzato la mostra itinerante “Sulle tracce del lavoro forzato europeo. Bassa Sassonia meridionale 1939-1945”, continuano a lavorare insieme nel progetto „Moving with the Exhibition / Ausstellung in Bewegung“, curandone la preparazione e la realizzazione.

Partner del progetto

La mostra è stata concepita, elaborata e realizzata in collaborazione dai seguenti partner:

Geschichtswerkstatt Duderstadt e.V./ Deutschland
Geschichtswerkstatt Göttingen e.V./ Deutschland

Fundacja Polsko-Niemieckie Pojednanie/ Stiftung Polnisch-Deutsche Aussöhnung in Warszawa/ Polen

Istituto di Storia Contemporanea „Amato Peretta”, Como/ Italien

www.isc-como.org / www.schiavidihitler.it


Stichting Deportatie Oktober 1944 Noord en Midden Limburg, Helden/ Niederlande

Fachhochschule Hannover, Fakultät III – Medien, Information und Design/ Deutschland

Dezernat Forschung und EU-Hochschulbüro, Leibniz Universität Hannover/ Deutschland
Institut für Geschichte und Ethik der Medizin, Universität Erlangen-Nürnberg/ Deutschland